Comites de São Paulo entrega carta aos Parlamentares contra a tese da Grande Naturalização Brasileira

No Circolo Italiano de São Paulo, nesta última terça feira, 03/05/2022, o Comites de São Paulo, através de uma carta assinada e entregue pelo Presidente Alberto Mayer aos representantes parlamentares Italianos, Senador Fabio Porta e Deputado Fausto Longo, evidenciou grande preocupação com o tema da Grande Naturalização Brasileira, solicitando toda atenção e apoio que possa ser dada a este caso. A carta também foi enviada eletronicamente ao Deputado Luis Roberto Lorenzato.

A “Grande Naturalização” foi um decreto do Governo Provisório Brasileiro (Decreto nº58 A, de 14/12/1889), que estabelecia serem brasileiros todos os estrangeiros residentes no Brasil em 15 de novembro de 1889. Este tema está em discussão na Justiça Italiana, podendo interferir no direito a cidadania Italiana ‘Ius Sanguinis’ para descendentes de italianos que se enquadram neste espaço de tempo.

Veja o conteudo na integra:

Alla cortese attenzione di:
Senatore Fabio Porta,
Deputato Fausto Longo
Deputato Luís Roberto Lorenzato

Signori Parlamentari,

In qualità di Presidente del Comitato degli Italiani all’Estero della circoscrizione consolare di San Paolo (Brasile), a nome di tutti i consiglieri di questo COMITES, vorrei esprimerLe la nostra grande preoccupazione con la questione della cosidetta “Grande Naturalizzazione Brasiliana” che sarà esamita dalle Sezioni Unite della Corte Suprema di Cassazione il prossimo 12 luglio 2022.

Mi rivolgo alle V.E. affinché sia convalidata la decisione di prima istanza.

Questa importante decisione merita, secondo la volontà della inteira comunità italiana in Brasile un forte appoggio dei parlamentari che rappresentano i cittadini che desiderano mantenere indenne il loro legame con l’Italia.

Sappiamo che le decisioni della Corte di Cassazione non sono soggette a pressioni politiche, ma riteniamo che un V.S. intervento possa essere di grosso aiuto.
Con l’occasione vogliate accettare i nostri più sinceri ringraziamenti e cordiali saluti.

Alberto S. Mayer
Presidente

Foto: Bruno Romi